Analisi di mercato Bitcoin e Crypto per la settimana passata

I mercati hanno goduto di un’altra settimana di grande dinamismo, poiché le notizie sui vaccini sono state positive, con l’S&P che ha terminato la settimana su 3.693.

Nel Regno Unito, la Medicines and Healthcare Regulatory Agency (MHRA) ha approvato il vaccino BioNTech/Pfizer, il cui lancio è previsto per questa settimana. Il FTSE All-Share è passato da 3.542 il martedì mattina a 3.702. Il sentimento è stato positivo, poiché i numeri dei casi gravi hanno lasciato il posto alla luce alla fine del tunnel.

Nello spazio cripto, c’è stato un movimento decisamente maggiore, con il Crypto Engine che ha raggiunto un nuovo massimo storico su un certo numero di scambi. Anche l’Ethereum si è comportato bene dopo il successo della sua migrazione verso l’Ethereum 2.0. Altri altercoin hanno seguito l’esempio, con XRP, Cardano e Litecoin anche gli elevatori forti.

Simon Peters, analista, eToro: Bitcoin rompe finalmente il record di tutti i tempi con 20.000 dollari.

Bitcoin ci ha tentato tutti con il tanto agognato livello da 20.000 dollari. Abbiamo visto che il Bitcoin ha raggiunto i 19.832 dollari, che secondo CoinGecko era un massimo storico, anche se ha faticato a rimanere a lungo a quel livello. È sceso a circa 18.700 dollari prima di risalire a 19.400 dollari.

Se vediamo bitcoin superare il livello di 20.000 dollari e, cosa più importante, tenerlo, allora è probabile che lo vedremo salire a 25.000 dollari. Non c’è dubbio che 20.000 dollari rimangono una barriera, sia dal punto di vista tecnico che ideologico.

A mio avviso, un aumento costante è preferibile a quello di un meteorite. Naturalmente, gli investitori vorrebbero che il prezzo di BTC salisse il più rapidamente possibile, ma dal punto di vista dell’adozione, un aumento lento e costante con una volatilità minima è probabilmente la cosa migliore. Sarebbe d’aiuto per l’utilizzo del bitcoin come valuta, incoraggiando al contempo un maggior numero di regolatori ad accettare l’asset digitale.

David Derhy, analista, eToro: XRP gode sia delle prestazioni che dell’aumento di aggiornamento

Mentre bitcoin ha fatto notizia sia nelle pubblicazioni criptate che nei media mainstream, altcoin ha anche mostrato alcune prestazioni eccezionali. Le mosse più accattivanti hanno continuato a venire da XRP, che ha raggiunto i 0,679 dollari.

Nel nostro rapporto mensile sui principali asset di crittografia della piattaforma eToro, l’XRP ha visto un aumento dell’attività di trading di gran lunga inferiore al più grande aumento mensile. Il sentimento verso l’asset cripto rimane chiaramente positivo, in quanto molti investitori riconoscono la disparità tra il prezzo corrente e il massimo storico del token. Anche la percentuale di XRP sta recuperando terreno rispetto al bitcoin, costituendo il 72% del volume totale di trading di bitcoin su eToro a novembre. Nel mese di ottobre, questo era solo il 9%.

Guardando al futuro, senza dubbio gli investitori saranno consapevoli dell’imminente Spark token Airdrop, che potrebbe anche aver avuto un’influenza sul prezzo.

Credo che l’XRP, insieme a Stellar, sembri un po‘ alto in questo momento. Un ritorno verso 0,400 dollari è una possibilità, in quanto non è scontato che tutti gli asset cripto tornino ai loro picchi precedenti.

Simon Peters, analista, eToro: Ethereum 2.0 è completo (beh… almeno la fase 0)

Un po‘ oscurato dalla corsa al prezzo del bitcoin, ma per molti versi più significativo, è stato il successo del lancio della Ethereum 2.0 Beacon Chain. La prima parte della transizione dell’Ethereum dalla prova del lavoro alla prova dello scatto, il lancio della Beacon Chain significa anche che coloro che gestiscono i nodi di validazione inizieranno a ricevere le loro ricompense dal picchettamento. I lightclients dell’account Twitter stanno condividendo le firme dei blocchi, con il primo blocco firmato „Mr. F era qui“. Molti sono entusiasti di far parte di questo momento storico.

In generale, il lancio di martedì è stato ben accolto dalla comunità dei crittografi, anche se abbiamo già visto il primo validatore essere tagliato per aver eseguito un’altra istanza del loro validatore. Questo è un tipo di cosa che ci si può aspettare – specialmente su una piattaforma grande come quella di Ethereum, quando i nuovi validatori si abituano alle regole di gestione di un nodo. E‘ bello vedere che la squadra dell’Ethereum è in gamba e che la maggior parte di coloro che gestiscono i nodi del validatore sembrano farlo come buoni attori. Evidenzia anche la necessità che i validatori adottino un approccio a cinture e bretelle nei loro sistemi, poiché un piccolo e apparentemente insignificante errore può portare ad un potenziale taglio. Lo sviluppatore Phil.eth ha stilato un comodo elenco di cose da evitare.

L’Ethereum è stato chiaramente uno dei migliori interpreti a livello di prezzo quest’anno, ma le sue prospettive sono positive anche a lungo termine. Visto il successo della fase 0 di Ethereum 2.0, l’ampia possibilità di utilizzo dei contratti intelligenti e la prospettiva di diversi protocolli che possono essere costruiti su di essa – per non parlare del continuo interesse per la finanza decentralizzata – direi che le sue prospettive sono molto rosee.